Centri Nascite

L’iniziativa promossa ha avuto come obiettivo quello di migliorare la qualità dei servizi forniti nei centri nascite, grazie alla collaborazione avviata tra APEIRON e il Rotary Club di Meda e delle Brughiere, scaturita nell’elaborazione di un’azione pilota volto a migliorare la qualità dei servizi sanitari nelle comunità in cui APEIRON stava già lavorando, in particolare:

  1. Ghodemahadev nel distretto di Jumla,
  2. Chapaboat VDC nel distretto di Kathmandu,
  3. Patap VDC nel distretto di Kathmandu.

Ancora oggi, infatti, le complicazioni durante la gravidanza, il parto e dopo il parto continuano a rimanere una delle principali cause di morte tra i neonati e le madri in Nepal.

Numerosi studi indicano che in Nepal, circa il 40% delle madri soffrono di problemi di salute durante e dopo il parto che hanno effetti negativi per tutta la vita, come l’anemia cronica, infezioni dell’apparato riproduttivo, fistola ostetrica, e prolassi uterini (UMN-2002). In Nepal, migliaia di neonati muoiono ogni anno a causa di cure inadeguate nelle sale parto e centinaia di donne muoiono a causa di complicazioni durante la gravidanza, il travaglio e il periodo post-partum.

In tutte e tre le aree è stato possibile sia supportare la costruzione di una nuova clinica, sia, a seconda dei bisogni precedentemente identificati, sostenere l’acquisto di nuovi materiali e affiancare  il personale medico-infermieristico attraverso opportune sessioni di formazione sul campo.

Dove necessario il progetto ha previsto l’acquisto e la consegna di materiali adeguati a svolgere le prestazioni sanitarie di base che questi piccoli centri di salute assicurano in località rurali e di montagna particolarmente isolate, dove la salute non è ancora un diritto pienamente garantito.

In tutte le località abbiamo organizzato alcuni incontri formativi con i gruppi di donne del villaggio grazie alla presenza di un’infermiera specializzata che ha parlato di salute riproduttiva, pianificazione familiare e la cura e gli esami necessari durante la gravidanza. Un’attenzione particolare è stata rivolta alla pratica tradizionale del chaupadi. Si tratta, quest’ultima, di una pratica, ormai illegale ma purtroppo ancora molto in uso a Jumla ed in altri distretti del Nepal Occidentale, che tende a relegare le donne durante il ciclo mestruale in rifugi di fortuna, allontanandole dalle famiglie perché considerate impure. Questo approccio si è rivelato un successo per aumentare il numero di donne che si sono rivolte ai servizi in caso di necessità.

Abbiamo infine lavorato a stretto contatto con le autorità perché si impegnassero a garantire continuità ai centri nascite e prenderli in consegna alla fine del nostro intervento.

  • Progetto

    Centri Nascite

  • Periodo

    2016 - 2018

  • Partner locali

    Apeiron Nepal

  • Donatori

    Rotary Club di Meda e delle Brughiere

  • Budget

    16.300€ circa

  • Obiettivo

    Migliorare la qualità dei servizi forniti nei centri nascite e dei servizi sanitari in due villaggi del Distretto di Kathamandu e in un villaggio del Distretto di Jumla.

donation