Perché

La violenza di genere è la principale ragione dei suicidi che sono, a loro volta, la prima causa di morte tra le donne nepalesi in età riproduttiva.

Nonostante ciò, la maggior parte delle vittime (il 75%) non cerca alcun aiuto e solamente il 7% delle donne che hanno subito violenza sessuale denuncia l’accaduto.
Nonostante l’impegno profuso da parte del governo nepalese mediante la ratificazione di importanti convenzioni quali CEDAW (Convention on the Elimination of all Forms of Discrimination Against Women) e BPFA (Beijing Platfom For Action) e l’apertura in svariate parti del Paese di strutture (safe home) per assistere donne sopravvissute alle violenze, la violenza di genere rimane uno dei più gravi problemi che il Nepal deve affrontare oggi.

Per contribuire al raggiungimento di una piena parità di genere in Nepal, abbiamo elaborato la nostra Teoria del Cambiamento, individuando 4 aree di intervento.

Apeiron ha scelto di attivarsi a favore delle donne del Nepal spinto dalla consapevolezza che è solo il caso a fare la differenza.

Al centro del nostro impegno ci sono donne, ragazze, a volte bambine, che sono in tutto e per tutto uguali a noi. Potrebbero essere nostre sorelle, mogli, nipoti o addirittura nostre figlie. Eppure il caso ha deciso di farle nascere in Nepal, dove le donne non valgono quasi nulla, e per questo la loro vita si è trasformata sin dal primo respiro in una grande sfida…

Rifiutiamo ogni approccio di tipo assistenziale. Attraverso progetti di alfabetizzazione, formazione professionale, micro credito e integrazione del reddito realizziamo interventi mirati a cambiare la vita delle donne e con loro quella delle loro famiglie e delle comunità in cui vivono, sempre nel rispetto del luogo e della cultura a cui ci avviciniamo.

Crediamo fermamente nella forza delle donne e nel loro ruolo cardine e determinante nella lotta a pregiudizi, abusi e violenze. Continueremo ad affiancare donne e ragazze, coinvolgendo in maniera sempre più efficace anche uomini e ragazzi per rimuovere tutti gli ostacoli che ancora oggi impediscono una piena parità di genere a livello sia individuale quanto domestico e comunitario.

Scopri qui le storie di Binda, Maya, Radhika, Priankha e delle altre ragazze, donne e bambine che grazie al sostegno di Apeiron hanno potuto finalmente tornare a sorridere.
Vuoi fare qualcosa per le donne attualmente coinvolte nei nostri progetti?
Vuoi aiutare anche loro a ritrovare il sorriso e a colmare la differenza voluta dal semplice caso di essere nate in Nepal? Scopri come: clicca qui!

donation